Iscriviti alla nostra mailing list

Pietrastornina Castello Longobardo 005

Pietrastornina - Castello Longobardo

Datazione: incerta

Un castello
ricavato nella roccia

Il Castello di Pietrastornina sorse, in epoca longobarda, sulla grossa guglia rocciosa che corona l'abitato del borgo medievale.
Oggi restano solo alcuni ruderi informi dai quali si riesce a comprendere la struttura passata. Il fortilizio doveva comporsi di almeno due corpi di fabbrica di diverse dimensioni posti ad altezze differenti sulla rupe. Un sistema di camminamenti e scalinate ricavate nella roccia, e vari bastioni murari, estendevano il sistema difensivo all'intera rupe rendendo la stessa guglia rocciosa, alta più di 60 metri con le sue pareti a strapiombo, la vera fortificazione.
Dopo il periodo longobardo fonti documentarie del 1239 attestano che il castello passò sotto l'amministrazione statale di Federico II di Svevia.
L'undici febbraio del 1837, l'amministrazione decurionale di Pietrastornina decise di abbattere il fortilizio poiché i suoi ruderi, in avanzato stato di decadenza, costituivano un costante pericolo per le abitazioni dell'abitato sottostante.

 

Il territorio
Sulle pendici del monte Avella, a nord-ovest, sorge Pietrastornina circondata da boschi e da un paesaggio che nel tempo si è modificato a causa dello sfruttamento agricolo.
In origine il paese dovette trattarsi di una fortificazione sorta intorno alla grossa rupe, detta "rupe grigia", che ancora oggi sovrasta il paese e che creava un naturale sbarramento lungo la via Campanina, collegamento importante tra la costa tirrenica e l'entroterra campano-sannitico. Già nel 744 si hanno le prime notizie dell'esistenza di un fortilizio, intorno al quale si sviluppò nel X secolo un primo nucleo abitativo. A causa della sua posizione strategica il feudo ebbe numerosi signori e passò tra le mani di svariate famiglie nobiliari. Del piccolo paese montano segnaliamo la splendida Parrocchiale della Santissima Annunziata.

 

Come arrivare a Pietrastornina
Da Roma: Autostrada A1/E45 in direzione di SS132 a Caianello. Uscita Caianello e proseguire su SS372 e poi su SS374 fino a Pietrastornina.
Da Bari: Autostrada A14 e A16/E842 fino a Torelli-Torrette. Uscita Avellino Ovest e continuare poi su SS374 fino a Pietrastornina.


Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.