Iscriviti alla nostra mailing list

A Casalbore si festeggiano gli 800 anni della Torre Normanna

Otto secoli di storia per la Torre Normanna di Casalbore, simbolo del borgo irpino, che il 27 e il 28 agosto 2016 vedrà riunirsi alla sua ombra l’intera popolazione casalborese per celebrare il suo atteso compleanno. Infatti, la data convenzionalmente assunta per la fondazione dell’edificio è il 1216: ottocento anni fa viaggiatori provenienti dal lontano nord, i Normanni, si stabilirono in Irpinia costruendo edifici e fortificazioni per difendere il loro nascente regno, e tra questi vide la luce anche l’originaria torre di Casalbore, attorno alla quale si sarebbe sviluppato poi il borgo antico. La Torre Normanna rappresentava un punto di difesa e osservazione strategico per il controllo dei traffici commerciali che interessavano la Valle del Miscano e attorno ad essa, in epoche successive, si sviluppò un complesso architettonico più articolato, difeso da bastioni e caratterizzato dal colore grigio chiaro della tipica pietra locale utilizzata per la sua realizzazione. La struttura si sviluppa attorno ad un'ampia piazza d'armi cui si accede attraverso la cosiddetta Porta Beneventana, ricavata proprio nella parte bassa della torre. Nel Cinquecento, la struttura fu trasformata ad opera dei Caracciolo in dimora signorile, aggiungendovi il palazzo posto sul lato Sud della corte e altre tre porte di accesso. Per festeggiare l’irripetibile anniversario l’intera comunità casalborese, riunita nelle locali associazioni, si è impegnata nella organizzazione di una due giorni volta a raccontare la vita, la quotidianità e gli eventi che si sono dipanati in secoli di storia e di cui la Torre Normanna è stata muta testimone. Per l’occasione, presso la corte antistante lo storico edificio, saranno allestiti un campo d’arme e un’area di tiro con l’arco, oltreché uno spazio dedicato ai giochi in armatura cui potranno partecipare anche i visitatori presenti. Sarà possibile assistere, inoltre, a rievocazioni degli antichi mestieri, fonti di sostentamento per generazioni di abitanti, che vedranno protagonisti artigiani locali. Non mancherà l’appuntamento con le produzioni tipiche e la gastronomia, con stand espositivi e banchi di assaggio. Ad allietare le due serate esibizioni di gruppi folkloristici, momenti di animazione e spettacolo. Per tutti e due i giorni il Museo dei Castelli, unico percorso didattico-espositivo dedicato ai castelli e alle fortificazioni della provincia di Avellino, ospitato presso i locali adiacenti la Torre Normanna sarà aperto e visitabili grazie ai volontari che terranno speciali visite guidate per l’occasione.

Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.