Iscriviti alla nostra mailing list

Storia di un viaggio tra i castelli e le fortificazioni della provincia di Avellino

 

In una cornice naturale di grande suggestione, l'Irpinia, terra di Feudi, Principati e Baronie, ospita innumerevoli fortezze e roccaforti soprattutto di epoca longobarda e normanna. Argine alle terribili incursioni saracene, custodi dei beni dell'intera comunità, baluardi spesso inespugnabili di una potente nobiltà di provincia, hanno avuto vita lunga, lunghissima, passando di padre in figlio e seguendo le sorti delle varie casate. Protagonisti di un paesaggio che non smette mai di affascinare il visitatore, con scorci suggestivi di una natura incontaminata fatta di verdi valli, limpidi fiumi e ampie distese coltivate a biondo grano, i castelli e le fortificazioni della provincia di Avellino sono i muti testimoni di antichi eventi, giunti sino a noi tramandati nella dura roccia e nelle solide pietre. Dalla roccaforte di Ariano Irpino, all'imponente Torre Normanna di Casalbore, passando per l'antico borgo fortificato di Castelvetere sul Calore, ai ruderi del Castello Longobardo di Montoro Inferiore, fino ad arrivare alla dimora signorile di Taurasi, questi giganti di pietra delineano un itinerario tracciato lentamente da uomini di diverse epoche, protagonisti di gesta che ormai appartengono alla Storia. I castelli e le fortificazioni della provincia di Avellino rappresentano un patrimonio inestimabile di architettura, storia, arte e cultura che merita di essere conosciuto e valorizzato. Nessun tipo di conoscenza è tuttavia possibile senza un'adeguata ricerca, un'indagine che conduca al cuore delle cose, alla loro essenza più vera. Per conoscere è necessario, dunque, intraprendere un viaggio, che per definizione è da sempre fonte di scoperta, arricchimento, crescita. Questa consapevolezza ha fatto sì che Giuseppe Ottaiano, imprenditore e art director di SEMA, fotografo per passione, iniziasse un lungo percorso che dura da diversi anni e non ancora concluso, il cui primo frutto, oltre all'inestimabile patrimonio di conoscenze sul territorio irpino acquisite nel tempo, è la mostra fotografica dedicata a questi splendidi manieri. La mostra stessa si configura come un nuovo cammino da percorrere: concepita come un evento itinerante, è stata già ospitata presso i comuni irpini di Casalbore, Aquilonia e Lauro, nonché nelle città di Napoli, Roma e Bari, per poi tornare in Campania presso i comuni di Marigliano e Ariano Irpino. La mostra, pur non perdendo la sua identità di evento itinerante, diventa oggi il nucleo principale del "Museo dei Castelli", percorso didattico espositivo ospitato presso l'area castellare della Torre Normanna di Casalbore.

Giuseppe Ottaiano

Giuseppe Ottaiano

"Se non volete che la vostra vita scorra monotona, grigia e vuota, fate che essa sia illuminata dalla luce di una grande e nobile idea". Giuseppe Ottaiano ha fatto proprio il monito che Sandro Pertini, allora Presidente della Repubblica, nel 1978 lanciò agli italiani nel Messaggio di fine anno.
La s…

leggi tutto

I volontari dell’associazione

I volontari dell’associazione

"I sogni, se non vengono condivisi, non hanno la forza di uscire dal cassetto in cui sono rinchiusi"

Una frase semplice che, però, riassume perfettamente lo spirito con cui l'associazione Terre di Campania lavora al progetto Museo dei Castelli. La condivisione del progetto è il primo passo che da s…

leggi tutto

Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.